18 luglio 2005

Una pausa NECESSARIA

Nel suo primo Angelus 'in quota, fra le montagne valdostane di Les Combes dove si trova da qualche giorno, Benedetto XVI parla davanti ad una folla di turisti che
si è unita, sul pratone davanti alla capanna di legno di Introd, ai residenti. E parla di vacanze, "quasi una necessità", ammette il Papa, al giorno d'oggi, "specialmente per chi abita in città". "Nel mondo in cui viviamo - ha detto il Papa - diventa quasi una necessita' potersi ritemprare nel corpo e nello spirito, specialmente per chi abita in citta', dove le condizioni di vita, spesso frenetiche, lasciano poco spazio al silenzio, alla riflessione e al distensivo contatto con la natura". "Le vacanze sono inoltre - ha proseguito Benedetto XVI - giorni nei quali ci si puo' dedicare piu' a lungo alla preghiera, alla lettura e alla meditazione sui significati profondi della vita, nel contesto sereno della propria famiglia e dei propri cari". Il Papa ha anche ricordato gli spettacoli suggestivi della natura, meraviglioso libro alla portata di tutti, grandi e piccini". E ha ricordato che a contatto con la natura "la persona ritrova la sua giusta dimensione, si riscopre creatura, piccola ma al tempo stesso unica, capace di Dio perché interiormente aperta all'infinito". Il tempo delle vacanze secondo il Papa aiuta anche a rispondere "alla domanda di senso che urge nel cuore". "Questa pausa estiva - ha commentato il Papa - è un dono di Dio davvero provvidenziale, dopo i primi mesi dell'esigente servizio pastorale che la provvidenza divina mi ha affidato". Il Papa ha anche ringraziato quanti hanno reso possibile le sue vacanze e in particolare "coloro che con discrezione e generosa abnegazione vigilano perche' tutto si svolga con serenita"'. Il primo appuntamento pubblico di papa Ratzinger ha indotto moltissime persone a salire fino a Les Combes per incontrarlo, anche perche' durante la prima settimana di vacanza non ha fatto alcuna escursione e non ha quindi incontrato né fedeli, né valdostani, né turisti. Tra la folla variopinta di Les Combes, questa mattina, molte famiglie, movimenti ecclesiali, malati e disabili.

Che dire, buona vacanza pastore tedesco.. li sui monti puoi rivelare la tua vera natura. Alla ricerca delle marmotte e delle vipere… Nel frattempo io continuerò a lavare i piatti in un ristorante.. grazie per avermi reso partecipe delle tue vacanze…mi hai cambiato, penso che i 30 euro che guadagnerò, li donerò come segno di carità a mio fratello che è senza lavoro. Grazie ancora pastore. Un tempo la provvidenza era una scala nascosta in un viale; con il fine di poter far sfuggire Don Abbondio dai Bravi… di questi tempi, tutto è rivisto; anche la buona provvidenza..si trasforma in una vacanza concessa al Papa.

Valerio


Pastori abruzzesi contro il P2P PoiMiSiChiedePercheSonoAteo... OggiSiDiscuteDiTerrorismo WeAreNotAfraid Londra, 7 lug. (Adnkronos/Ign) - Quarantaquattro m... SuccedeSoloInItalia LaCdlCheVerrà MadeInItaly 25AnniDopo:Live8 ViaAiMatrimoniGay

Powered by Bloggerhit counters            BlogItalia.it - La directory italiana dei blogFeed XML offerto da BlogItalia.it Blogwise - blog directoryBlogwise - blog directory