13 giugno 2005

12Giugno:VinceL'Astensionismo

Sconfitta. Il quorum necessario perchè fosse valido il referendum non solo non è stato centrato, ma non ci si è neppure andati vicini. Il referendum è stato un disastro, e ormai viene spontaneo chiedersi se questa istituzione abbia ancora un motivo per esistere. 25,9%. Tanti sono stati (o per meglio dire pochi) i votanti che hanno fatto visita alle urne. E' una rivincita dei cattolici per molti, , della disinformazione per altri, del buon senso per qualcuno. Io dico è tutto questo ma non solo. E' stata la vittoria della Cei, su questo non c'è dubbio, il dogmatismo cattolico ha prevalso, i fondamentalisti cattolici, dopo la morte di woytlila, hanno ritrovato slancio e un nuovo leader, il cardinale Camillo Ruini. Sta tornando la chiesa madre-padrone, che ci consiglia-impone come comportarci. A questo proposito sotto applausi scroscianti ha votato ieri il presidente della Repubblica Ciampi, il caro vecchio nonno Ciampi, che come al solito si è comportato in modo esemplare. E' stata anche la vittoria della disinformazione. Buona "La Sette", appena sufficiente la "Rai", la palma del peggior telegiornale è andata a Mediaset, che si è beccata un bel "non pervenuto". Sorridevo dal nervoso ascoltando Mauirizio Belpietro, personaggio viscido e irritante, che su La Sette ricordava, con un ghigno che era tutto un programma, a Capezzone che Mediaset l'aveva fatta eccome informazione grazie al
suo programma. Perchè sorridevo? L'inutile Belpietro conduce un inutile programma all' 1 di notte, chiamato "l'antipatico"(battuta troppo scontata) che dura la bellezza di 15 minnuti. 15 minuti per tutta Mediaset. Desolante. Ha vinto il buon senso, dicevamo, perchè non si può decidere su temi come la vita. Ci si astiene. Questo è il pensiero del comitato "scienza e vita" almeno. Ha vinto il buon senso perchè la legge modificata avrebbe aperto al nazzismo. Perchè avrebbe portato al far west. Questo è il pensiero del cimtato"scienza e vita" e non solo. Bisogna essere sinceri. Tanti la pensano così, gli astensionisti hanno lavorato meglio e fatto breccia nell'elettorato. La sinistra e i radicali non ne sono stati capaci. Ma non è stato solo questo. Il voto è stato un risultato politico come non mai, ha rispecchiato perfettamente le parti in causa. Diesse, Rifondazione, Radicali e Fini da una parte; Tutto il resto dall'altra. Se guardiamo le cifre, sommando un 10% di menefreghisti in più, la proporzioni sono perfette. Questo referendum è stata l'ennesima lotta per la leadership tra Prodi e Rutelli, che come al solito ha scelto la via più comoda, e tra Fini e quella parte di An chelo vuole cacciare. E l'elettorato(Buona l'affluenza nel nord, ottima in Emilia e Toscana, proccupante nel sud.) ha seguito i propri leader senza guardare i quesiti, ma secondo colore politico. Prepariamoci a lotte in questo senso nelle due fazioni, perchè qualcuno pagherà la sconfitta, oltre ovviamente le donne e i diritti umani. Ma questo non fa più
notizia.

Francesco


1 Comments:

Blogger spleen blog said...

Solo un italiano su quattro ha votato sì o no ai quattro quesiti sulla procreazione assistita. La pessima legge 40 resta in vigore. E' una sconfitta pesante dello stato laico e una vittoria del cardinal Ruini. E' l'affossamento forse definitivo di uno strumento importante di democrazia: l'istituto del referendum. In nessuna provincia è stato raggiunto il quorum, solo in Emilia e in Toscana qualche risultato sopra il 40%...sono triste di ciò che è accaduto ieri, veramente combattuto. La strumentalizzazione politica ha funzionato perfettamente e non facciamo passare Fini per un buon politico poichè ha esercitato solo un suo diritto, che per conto mio, dovrebbe diventare un dovere per il resto della popolazione. STUDIAMO LA STORIA !!! si parla di istruzione in Italia, ma sembra realmente di essere nel west. Dove si beve, si fuma e vita mia morte tua. Incompresibile, la chiesa si esprime e il popolo la segue? ma siamo uno stato laico o totalitario cristiano? La ricerca scientifica puo solo che migliorare la vita della collettivita e l'analisi preimpianto, la somministrazione di embrioni adeguati alla scelta e il ricorso alla fecondazione eterologa sono scelte individuale, che di per se dovrebbero già essere in vigore. La legge le vieta e NOI concordiamo, fingendoci ignoranti astensionisti o forse peggio, menefregisti. Tanto non ci tocca. Spero con tutto il mio cuore, che tutte le sudiste di questo Itali rimangano in cinta senza poter ricorrere all'aborto che tra poco toglieranno... cosi impareranno a farsi sentire nel momento del bisogno biologico e non solo monetario. Il sud è la rovina dell'Italia, li la chiesa ha permesso un astensionismo del 90%. sono esterefatto.

6:57 PM  

Posta un commento

<< Home

1° QUESITO: RICERCA SULLE CELLULE STAMINALI Il qu... DelirioNotturnoN.1 DomaniSpecialeSpleenBlogReferendum NovitàDalMondoE-Commerce LePicconateContinuano IlCaroEVecchio2Giugno PerFareUnPrestitoCiVuoleUnComico... SiamoInDemocrazia?Esercitiamola! QuantaFranciaNonE'inEuropa E'Ufficiale:SiDiventaCiechi

Powered by Bloggerhit counters            BlogItalia.it - La directory italiana dei blogFeed XML offerto da BlogItalia.it Blogwise - blog directoryBlogwise - blog directory